Rinascita - Versi quantici di Pietro Gallo


Pietro Gallo alla libreria Salvemini di Firenze

Domenica 20 ottobre, alle ore 17, inaugurazione della rassegna "Il caffè letterario" con la presentazione del libro "Rinascita" (Versi Quantici) di Pietro Gallo, Edizioni Libreria Salvemini (Firenze, 2019). Saranno presenti l’Autore e l’Editore. Presentazione di Maurizia Cocchi. Letture di Nino Campisi e Maurizia Cocchi.



Pietro Gallo nasce il 16 marzo 1965 all’ombra degli ulivi di Rossano, città secolare che affonda le sue radici nella Magna Grecia. Settimo di otto figli, negli anni '70 si trasferisce con la famiglia a Bologna, dove tuttora vive e lavora. Inizia i suoi primi passi nel mondo dell’arte e dello spettacolo già negli anni '90, studia recitazione con Nino Campisi e interpreta importanti ruoli teatrali, in particolare nelle rappresentazioni di "Romeo e Giulietta" di Shakespeare e de "Il Compleanno" di Pinter. Prosegue la propria esperienza nel mondo dello spettacolo partecipando come attore ad alcuni film diretti dal Maestro Pupi Avati: "Il testimone dello sposo" (1997), "Il figlio più piccolo" (2009) e "Una sconfinata giovinezza" (2010). L’ispirazione poetica sopraggiunge nel momento in cui la madre, a cui dedica la poesia "Vita", pubblicata nelle pagine di questo volume, diventa la sua musa celeste.


Le 42 poesie pubblicate in "Rinascita, ispirate fin dal lontano 1994, sono arricchite da quaranta illustrazioni di Martina Manaresi, dal dipinto dell'artista Francesco Campisi, l'amico fraterno che l'autore ricorda a corredo della poesia "Il mio silenzio", e da un'opera di Giancarlo Paduano dedicata alla tragedia del Ponte Morandi, a commento della poesia "Quarantatre".


"In questo viaggio nella vita alla scoperta di gioie, dolori, tragedie, fantasmi del passato - scrive Marisa Lapico, nella prefazione al libro - l'autore ci regala una poesia che alimenta la nostra anima, liberandoci dai falsi modelli imposti, da cui traspare un invito a riflettere sulla condizione umana, sulla labilità della vita, sulle sofferenze e le paure, proprie dell'autore e della vita stessa nel suo immaginario poetico".



Pietro Gallo


“Il libro, allora, diventa come un protettore, un talismano contro le paure, - scrive Massimo Seriacopi, nella sua recensione ai versi quantici di Pietro Gallo - dato che spiega che l’amore può tutto, comunica quest’energia dell’amore che permea l’universo nella sua interezza e interconnessione, che unifica, che spinge a meditare e di conseguenza a rafforzare il nostro “io” e il nostro rapporto con gli altri, con il desiderio di veder rinascere l’amore negli altri, poiché siamo tutti uno, e dobbiamo combattere uniti i sentimenti negativi, distruttivi, con un rispetto reciproco che spinge a imparare la solidarietà e l’unione, evocando risonanze in chi legge (esemplare, in questo senso, “Vita”, insieme agli altri componimenti già ricordati), proprio come accade per i “quanti” ai quali ci si riferisce nel sottotitolo di una raccolta che davvero vuole esprimere l’intensità dei sentimenti di un autore sempre legato alla speranza di un’evoluzione positiva degli animi.”


Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili. E' consigliata la prenotazione.


Prenotazione On Line




© 2018 - 2019  Teatro del Navile

Teatro del Navile, Via Marescalchi 2/b - 40123 Bologna

teatrodelnavile@gmail.com  |  Tel: +39051224243

Image: Lucio Dalla in concerto, 29 giugno 1989 - © Marcello Di Benedetto