top of page

Viaggio nel Crepuscolo - Un film di Augusto Contento


Paola Pitagora in una scena del film "Viaggio nel crepuscolo".
Paola Pitagora in una scena del film "Viaggio nel crepuscolo".

“Viaggio nel Crepuscolo”, il film di Augusto Contento, prodotto dalla società francese Cineparallax (Giancarlo Grande) e da Articolture è nella selezione ufficiale fuori concorso a settembre alla 78ma mostra del Cinema di Venezia.


Ne ha dato l’annuncio in conferenza stampa Alberto Barbera. "Un film imprevedibile e sorprendente - secondo il direttore della 78ma mostra del Cinema - Partendo dall'analisi di alcuni film di Bellocchio, il film si apre a riflessioni sull'Italia degli anni '60 e '70 con dichiarazioni di uomini di cultura, giornalisti, magistrati, attori, filosofi, critici, gente di cinema, il tutto però in maniera non convenzionale, facendo ampio uso di bellissime animazioni e proponendo interpretazioni non canoniche della storia d'Italia."


Viaggio nel crepuscolo percorre le strade che portano nella fredda oscurità del declino italiano: della famiglia, della società patriarcale, delle istituzioni scolastiche, della religione. Si tratta di una terra dove lo spazio comune, pubblico, condiviso, dagli interni di un egoismo incolore, amorfo, dove persino ideali rivoluzionari, socialisti, comunisti, miscelati al cattolicesimo manicheo, si sono tramutati in dogmi fideistici e totalitari.


Fin dalla sigla iniziale l’animazione creata esprime questo misto di luoghi fantasmatici, austeri e decadenti, eleganti e fatiscenti.



Una scena dal film "Viaggio nel Crepuscolo" di Augusto Contento
Una scena dal film "Viaggio nel Crepuscolo" di Augusto Contento

Mescolando di continuo finzione e documentario, il film ha una struttura capace di decostruire radicalmente le forme narrative.

I film di Marco Bellocchio da cui il regista è partito diventano dei versi poetici che, disposti in un particolare ordine narrativo, creano nuovo senso; stesso discorso vale per gli archivi, dove il loro utilizzo non è più funzionale alla narrazione ma alla poesia.

Viaggio nel crepuscolo si fonda su un montaggio “quantistico”. Il regista usa molteplici stilemi e generi cinematografici come fossero universi paralleli che si riflettono, sdoppiano, moltiplicano l’uno nell’altro determinando forma, ritmo e contenuto dello spazio-tempo filmico.


Una scena dal film "Viaggio nel crepuscolo": Michele Serra e i mutanti comunisti".
Una scena dal film "Viaggio nel crepuscolo": Michele Serra e i mutanti comunisti".

Questi universi paralleli sono abitati dai protagonisti del film che appaiono in versione animata: Marco Bellocchio, Paola Pitagora, Roberto Herlitzka, Roberto Perpignani, Paolo Mereghetti, Emanuele Severino, Massimo Salvadori, Adriano Prosperi, Gad Lerner, Michele Serra Gherardo Colombo, Guido Salvini, Giuliano Turone, Valentina Stoppani, Alice Gera, Silvia Costa, Michela Lucenti - Balletto Civile Maurizio Camilli - Balletto Civile.


"Gli artisti, intellettuali, pensatori protagonisti del nucleo documentaristico - sottolinea Augusto Contento nelle note di regia - non appaiono mai dal vero ma in versione animata con tecnica neopittorica 2D perché la ricerca della bellezza, della verità poetica e storica è una impresa avventurosa, una missione adatta a esploratori che non si spaventano dell’ignoto."


Il fine ultimo è quello di giungere a parlare delle principali questioni italiane e internazionali attraverso prospettive insolite, partendo da Bellocchio e proseguendo, come viaggiando su una sottile linea di confine, verso un universo che vuole ridare voce a operai e contadini cristallizzando alcune svolte epocali.


"Sono persuaso che la nostra parte razionale - scrive ancora Augusto Contento nelle note di regia - sia quella meno autentica. Credo che la nostra dimensione onirica racconti molto di più che non le apparenze e la nostra supposta identità."


La scena finale del film, con un cavallo che svanisce nella strada ghiacciata di un non luogo che può essere ovunque e da nessuna parte, in un universo diverso, utopico, è emblema del film stesso.


Tra i produttori associati il Teatro del Navile di Bologna che dal 2018 collabora con Cineparallax per la realizzazione in Italia dei film di Augusto Contento.


Un traguardo di grande rilievo per il Teatro del Navile.



Augusto Contento
Augusto Contento


Augusto Contento

Augusto Contento (Lanciano, CH, 22-1-1973) vive e lavora a Parigi dal 2000, dove nel 2004 ha fondato con Giancarlo Grande Cineparallax, produttrice dei suoi film. Quattro i film brasiliani: "Ônibus" (vince la Vela d’Oro al Bellaria Film Festival); "Tramas"(prima mondiale a Locarno, ha vinto il premio Région Île de France); "Strade trasparenti" (viene presentato a Locarno); "Strade d’acqua"(presentato da Danielle Mitterrand, apre la Festa del Cinema di Roma). Due i film girati a Chicago: "Parallax Sounds" (premio UCCA al Torino Film Festival) e "Shadowgram" (esordisce al Nouveau Cinéma di Montréal e vince il premio RAI Cinema al festival Visioni dal Mondo di Milano). "Rosso cenere"(girato a Stromboli, viene presentato a Locarno).

Filmografia

Ônibus (2007, 55’); Tramas (2008, 103’); Strade trasparenti (2008, 90’); Strade d’acqua (2009, 115’); Parallax Sounds (2012, 95’); Journal de bord d’un bateau fantôme (2012, 120’); Rosso cenere (coregia di Adriano Aprà, 2013, 59’); Shadowgram (2017, 94’). In preparazione: Strade della Malerba e un altro film, che completeranno la trilogia sulla storia d’Italia del ’900 iniziata con Viaggio nel crepuscolo, e Uno spazio bianco da girare in Siberia.



 

CINEPARALLAX e ARTICOLTURE Presentano Viaggio nel crepuscolo di Augusto Contento

Scheda Tecnica dal sito della Biennale Cinema:


Regia: Augusto Contento

Produzione: Cineparallax (Giancarlo Grande),

Articolture,

Rai Cinema,

Rean Mazzone, Daniele Moretti per Dream Film Ila Palma,

AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico)

Fondazione Ansaldo,

Teatro della Tosse (Amedeo Romeo, Genova),

Teatro del Navile (Nino Campisi, Bologna)

Durata:142’

Lingua:Italiano

Paesi:Francia, Italia


Interpreti:Marco Bellocchio, Paola Pitagora, Roberto Herlitzka, Roberto Perpignani, Paolo Mereghetti, Emanuele Severino, Massimo Salvadori, Adriano Prosperi, Gad Lerner, Michele Serra, Gherardo Colombo, Guido Salvini, Giuliano Turone, Valentina Stoppani, Michela Lucenti, Maurizio Camilli, Gianni Schicchi, Silvia Costa, Alice Gera,


Sceneggiatura: Augusto Contento

Fotografia: Augusto Contento,

Montaggio: Augusto Contento

Musica:Paolo Cantù,

Suono:Giovanni Frezza,

Animazione: Marco Belli,

Nota: da un'idea di Adriano Aprà.


 

Il film sarà proiettato ufficialmente in prima mondiale nella Sala Grande della Mostra del Cinema giovedì 9 settembre alle ore 13,30.


Seguiranno le proiezioni per gli ospiti accreditati e per il pubblico.

Per i dettagli e le location delle proiezioni potete consultare il sito della Biennale Cinema al seguente link:


BIENNALE CINEMA SELEZIONE UFFICIALE


ACCREDITI E BIGLIETTI:


Per assistere con biglietto alla proiezione della prima mondiale del film e partecipare ai festeggiamenti è necessario richiedere l'accredito direttamente al produttore del film Giancarlo Grande tramite richiesta via emai:



Giancarlo Grande - Cineparallax:

giancarlo@cineparallax.com


 

Link utili







Kommentare


bottom of page