Gli invisibili di Valerio Varesi


Venerdì 7 febbraio, alle ore 21, nell’ambito della rassegna "Caffè letterario", il Teatro del Navile presenta “Gli invisibili” di Valerio Varesi. Sarà presente l’autore. Presentazione a cura di Enzo Pellegrino. Letture di Nino Campisi.


“Ci sono persone che cercano la clandestinità e altre che la ottengono senza intenzione. Col silenzio, la solitudine e la sfuggente discrezione delle creature notturne. La vita è un lavoro a maglia che ti intreccia col tutto. Ma loro sono un punto fallato che si allarga sciogliendo la trama fino a rendere impossibile ricongiungere gli orli.”


Con il suo nuovo romanzo giallo “Gli invisibili”, pubblicato da Mondadori nell’ottobre del 2019, Valerio Varesi, firma la quindicesima indagine del commissario Soneri, il celebre protagonista dei polizieschi che hanno venduto centinaia di migliaia di copie e che ha ispirato la celebre serie televisiva di Raidue “Nebbie e delitti”.


Sulla scia dei grandi detective del passato letterario e cinematografico, l'irrequieto commissario Soneri, interpretato nella fiction di Raidue da Luca Barbareschi, non si ferma all'individuazione di un colpevole. E' come se attorno alla figura dell'assassino si addensasse un intreccio di moventi diversi, di corresponsabilità diffuse, come se il delitto fosse il frutto marcio di un ambiente nel quale il tempo ha sedimentato risentimenti, ingiustizie mai riparate e desideri di vendetta.



Ne "Gli invisibili", nuovo titolo nella collana Il Giallo Mondadori, il commissario Soneri indaga sul caso di un cadavere riemerso dalle nebbie del fiume, il Po, come relitto di un passato dimenticato, che ormai da tre anni giace in una cella frigorifera e non è stato mai da nessuno reclamato.


Soneri non vuole lasciare nulla di incompiuto, perché l'incompiuto col tempo diventa una colpa e quando finalmente inizia a intuire da dove arriva il corpo dell'uomo sconosciuto, cercherà di rompere il muro di omertà che caratterizza quelle piccole comunità dove si annidano pescatori di frodo, piccoli delinquenti, grandi speculatori.


“L’indagine lo porterà ad addentrarsi nel microcosmo del fiume, tra le nebbie autunnali padane che rendono tutto e tutti invisibili, che ingannano. E in mezzo, protagonista del libro di Valerio Varesi, sta il Po, un formidabile contenitore di verità pieno di movimenti notturni e navigato da naufraghi del tempo. E Soneri dovrà constatare una volta di più come la nebbia che circonda il fiume finisca per rendere invisibili le cose e le persone, cambiarne i profili, ingannare e a volte uccidere.”


Valerio Varesi è uno dei più amati scrittori italiani. I suoi romanzi, tra i migliori esempi europei di «noir sociale», sono tradotti in Inghilterra, Germania, Polonia, Spagna e Francia. "Le figaro" lo ha definito "il Simenon italiano". Parallelamente, Varesi ha iniziato la propria ricognizione della recente Storia italiana con tre romanzi generosi e appassionanti: La sentenza, Il rivoluzionario e Lo stato di ebbrezza, recentemente raccolti nel volume Trilogia di una Repubblica. Nato a Torino nel 1959, Varesi vive a Parma e lavora nella redazione de "la Repubblica" di Bologna.


Ingresso libero riservato ai soci fino a esaurimento del posti disponibili.

Tessera €1,00. E’ consigliata la prenotazione.

Prenotazioni On Line

© 2018 - 2019  Teatro del Navile

Teatro del Navile, Via Marescalchi 2/b - 40123 Bologna

teatrodelnavile@gmail.com  |  Tel: +39051224243

Image: Lucio Dalla in concerto, 29 giugno 1989 - © Marcello Di Benedetto